Thelemic Order of the Golden Dawn

La Golden Dawn, alla ricerca dell'Illuminazione!

Personnel:

Production Information:

Produced by: 

Frater Ashtar

Production Date: 

January 10, 2021

About this Media:

In inglese Golden Dawn significa “Alba d’Oro”, secondo maghi ed alchimisti è il momento in cui il Sole della sapienza nasce a fugare le tenebre dell’ignoranza, annunciando il sorgere glorioso della nuova personalità dell’Adepto.
La Golden Dawn o, piu’ precisamente, “Hermetic Order of the Golden Dawn” (Ordine Ermetico dell’Alba Dorata) è un ordine magico sorto fra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX secolo.
Fu con piena consapevolezza quindi che degli ermetisti britannici di fine ottocento scelsero il nome simbolico di Alba d’Oro per riunirsi nel loro ordine appena fondato.
I sapienti della Golden Dawn organizzarono un architettura mirabile per dispensare le loro conoscenze, diedero all’ordine la struttura di un college universitario e vennero istituite vere e proprie Facoltà, ciascuna con un suo decano per impartire diversi insegnamenti quali: Simbolismo, kabbalah, Veggenza, Magia Cerimoniale e Dottrine Rosa+Croce.
Quindi stabilito un preciso cursus studiorum organizzato su diversi cicli di lezioni ed esami periodici per verificare l’apprendimento dei partecipanti. Il superamento degli esami (scritti e pratici) segnava il passaggio dei discepoli da un ciclo di studio all’altro, quindi al loro avanzamento nei Gradi dell’Ordine.
Societa’ iniziatica erede dei Rosacroce, fu fondata sulla tradizione della Qabalah ed orientata al recupero della piu’ autentica tradizione d’Occidente, adotto’ l’immagine dell’Alba come simbolo del risveglio spirituale, dell’illuminazione, della consapevolezza.
Nacque nel 1887 ad opera di Wynn Westcott, Samuel Liddell McGregor-Mathers e Robert William Woodman.
Westcott chiese allora a Mathers di rielaborare il cerimoniale e la struttura dei gradi, e questi produsse un primo “Ordine Esteriore” ed un secondo “Ordine Interiore” (quest’ultimo denominato anche Rosæ Rubeæ et Aureæ Crucis (R.R. et A.C.), che introduceva elementi pratici di magia il cui insegnamento non poteva essere trasmesso all’Ordine Esteriore. Procedendo su questa via di ricerca, Woodman e Westcott commissionarono a Mathers la traduzione in inglese dal latino della “Cabala Denudata” di Knorr von Rosenroth, un trattato medievale che a sua volta traduceva dall’ebraico alcuni scritti fondamentali della Qabalah, come la Maggiore e la Minore Santa Assemblea.
La Kabbalah è quindi la maggiore fonte di studio e di percorso magico/iniziatico della Golden Dawn.
Studiare la Quabalah significa quindi studiare tutti gli aspetti dell’albero della vita, perchè per operare sulle forze della natura bisogna conoscere se stessi e armonizzare il proprio microcosmo col macrocosmo.
Iniziato all’ordine il 18 novembre 1898, Crowley fu molto vicino a McGregor-Mathers Crowley fu la persona più vicina a Mathers. Fu tuttavia una fase molto breve: così come Felkin era in contatto con una sedicente entità identificata come Ara Ben Shamash (Dio figlio del Sole), anche Crowley stabilì presto un contatto con un’entità metapsichica (Aiwass), saltando tutte le procedure di iniziazione ed autoproclamandosi Magus, adepto cioè del livello più alto. Il contatto con il suo angelo custode, Aiwass, determinò in Crowley la stesura del Liber Legis (che ebbe luogo durante un soggiorno al Cairo nel 1904), evento che lo sradicò da Mathers e avviò l’inizio della sua attività individuale, che traeva dagli insegnamenti della Golden Dawn l’idea della trasformazione del tempo e del secolo come Nuovo Eone, una nuova era che avrebbe segnato il risveglio della magia e l’apertura ad una rinnovata consapevolezza per l’umanità. Con questa intenzione, Crowley mantenne per un certo periodo la denominazione Golden Dawn per il suo Ordine esterno, organizzando parallelamente la sua struttura direzionale di retro-loggia, un Secondo Ordine che chiamò in seguito Astrum Argenteum (A:.A:.).